Adelson contribuisce con 5 milioni di dollari ai festeggiamenti di Donald Trump

Il magnate americano dei casinò, proprietario del Las Vegas Sands, Sheldon Adelson, ha firmato un assegno di 5 milioni di dollari come contributo per i festeggiamenti relazionati all’ inaugurazione del mandato presidenziale di Donald Trump.

Il regalo del magnate repubblicano ha rappresentato il più grande contributo mai offerto per una inaugurazione di questo tipo, ma non si è trattato dell’unico assegno a sette cifre depositato dal comitato che ha organizzato i festeggiamenti per l’inaugurazione alla carica presidenziale di Trump.

Nel documento di 510 pagine presentato davanti alla Federal Election Commission martedì scorso, figurano più di due dozzine di assegni del valore di milioni di dollari firmati da aziende e personaggi facoltosi, tra cui Robert Kraft, proprietario dei New England Patriots e amico intimo di Trump; Steven A. Cohen e Charles Schwab, entrambi investitori milionari e Robert R. Parsons, fondatore di GoDaddy.com.

Nelle precedenti inaugurazioni presidenziali era possibile contribuire con “regali” in denaro fino 250.000 dollari.
In totale, Trump ha “racimolato” 107 milioni di dollari per l’inaugurazione del suo mandato al comando della Casa Bianca, il doppio del record della raccolta di fondi precedente toccato da Barack Obama nel 2009.

Le cifre più consistenti sono state elargite da dirigenti aziendali e imprese che avrebbero molto da guadagnare dall’amministrazione Trump, dal settore energetico fino a Wall Street. Altri contributi importanti sono stati apportati da gruppi d’interesse che avevano espresso qualche remora o che si erano dimostrati completamente contrari quando Trump vinse la nomination repubblicana.

Il comitato inaugurale di Trump non è tenuto ad informare come è stato utilizzato il denaro per i festeggiamenti, che hanno compreso più di 20 eventi. Né i documenti rivelano se sono avanzati dei fondi. La commissione ha spiegato che avrebbe destinato i fondi ad organizzazioni benefiche.

I “più generosi” hanno ricevuto inviti a eventi privati durante la settimana che ha preceduto l’insediamento, dove si sono mescolati con la “cerchia intima” di Trump. Gli eventi esclusivi riguardavano cene in onore del presidente, del vice presidente Mike Pence, nominato al Consiglio dei Ministri e della famiglia presidenziale. Inoltre hanno ricevuto un invito speciale per eventi pubblici, dai balli inaugurali al giuramento come presidente. Alcuni sono stati anche invitati ad alloggiare nel nuovo hotel Trump a Washington, a pochi isolati dalla Casa Bianca, come luogo di incontri informali. Probabilmente nessun donatore però è stato ricompensato come Adelson e la moglie Miriam.

Trump ha ringraziato il magnate e la moglie per il loro supporto durante un pranzo in onore dei repubblicani del Congresso alla vigilia del giuramento come presidente.

La mattina dopo, la coppia è stata fatta accomodare tra le prime file davanti al palco sul quale Trump ha prestato giuramento come neo Presidente degli Stati Uniti d’America.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *