Giochi ed imprese, 50% in più di partite IVA negli ultimi 5 anni

Nell’ultimo quinquennio, le imprese di gioco e scommesse hanno registrato una crescita del numero delle nuove registrazioni pari al 52%. Infatti, dalle 5.200 del 2014, si è arrivati alle 7.946 dell’ultima rivelazione del primo semestre 2019, come certificato dal Registro delle Imprese nell’ultimo report relativo alla natalità delle imprese: qui di seguito i dati riferiti al periodo 2014-2019.

Imprese registrate a giugno 2019 : 7.946
imprese registrate a giugno 2014 : 5.215
variazione +52,4% pari a 2.731 nuove aperture

Questi dati si riferiscono, chiaramente, alle sole aperture di nuove partite IVA, ovverosia registrazioni alla Camera di Commercio. La Regione che ha il più alto numero di aziende è la Campania, con circa 1.668 unità, seguita da Lombardia con 949 e Lazio con 946. La Sicilia si distacca di poco, con 855 unità, e poi segue il Veneto, con 418. In Toscana sono registrate ad oggi 350 imprese di giochi, lotterie e scommesse, 229 in Abruzzo, solo 67 in Basilicata, mentre la cifra cresce sensibilmente in Calabria (296) ed in Emilia-Romagna (357). Nel Friuli invece le aziende registrate alla Camera di Commercio sono 111, 186 in Liguria e 178 nelle Marche. 37 in Molise, 150 in Sardegna, 79 in Umbria e 5, fanalino di coda, in Val d’Aosta.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *