Il nuovo regolamento sulla pubblicità del comune di Napoli vieta quella sul gioco

La Commissione Lavoro e Attività Produttive ha esaminato il 21 maggio scorso il nuovo Regolamento Pubblicità e Affissioni del Comune di Napoli, che in vigore dal 1 gennaio 2020, prevede il divieto delle pubblicità di giochi con vincite in denaro.

A decorrere dalla data suddetta, le associazioni di categoria del settore pubblicità e affissioni ed i dirigenti dei servizi Polizia Amministrativa e Tributi, avranno 10 giorni di tempo per fornire le loro osservazioni o suggerire eventuali emendamenti.
Il provvedimento dovrà indi essere approvato dalla Giunta comunale per poi arrivare al voto del Consiglio comunale.

La commissione ha centrato il suo lavoro di esame sullo snellimento e semplificazione di una regolamentazione che risale ormai ad oltre venti anni fa.

“Anche la normativa nazionale è piuttosto datata (1993), di qui la delicatezza del lavoro fatto per arrivare ad un testo molto atteso da tempo che, comunque, introduce importanti novità nel settore, e che racchiude in un unico documento la disciplina delle pubbliche affissioni ed il piano degli impianti pubblicitari. Sono state fatte precise scelte di campo, ad esempio, sono state vietate le pubblicità di giochi con vincite in denaro; sono state ridotte le superfici disponibili ad ospitare le pubblicità, per contrastare la situazione caotica in città; è stata introdotta una nuova misura, quella del canone“, ha sottolineato Alessandra Sardu, assessore alla trasparenza.

Il nuovo regolamento una volta approvato entrerà in vigore dal 1° gennaio 2020, anziché dal 1° gennaio 2019, in modo di disporre di più tempo per espletare e aggiudicare tutte le gare necessarie e consentire, al contempo, che scadano le autorizzazioni finora rilasciate e prorogate più volte nel corso degli anni.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *