La legalizzazione del gioco d’azzardo in Brasile ottiene più sostegno pubblico e politico

La legalizzazione del gioco d'azzardo in Brasile

Una esigua maggioranza della popolazione brasiliana sostiene la legalizzazione dei casinò fisici e delle sale bingo del paese, si legge in un recente report elaborato dalla società di ricerca locale Paraná Pesquisas e pubblicata da JD1 News.

Circa il 45,7% di tutti i brasiliani intervistati ha dichiarato di volere i casinò e il 45,5% si è dichiarato contrario alla proposta.

L’idea è sostenuta più dagli uomini che dalle donne. Il 57,7% di tutti gli intervistati ha risposto a favore dell’apertura di casinò nel paese e il 56,8% a favore dell’apertura di sale da bingo. Le donne, invece, hanno assunto un atteggiamento più cauto in riferimento alla legalizzazione di questi due tipi di stabilimenti di gioco: il 34,1% ha sostenuto la proposta dei casinò fisici e il 35,2% quella delle sale bingo.

Dal report è emerso inoltre che la maggior parte degli intervistati che avevano completato meno cicli di studio o che erano disoccupati al momento dell’indagine si sono dimostrati contrari alla legalizzazione e allo sviluppo di casinò e sale bingo.

I risultati dell’indagine sono stati resi pubblici in un momento in cui i legislatori del Brasile stanno prendendo in considerazione l’introduzione di una riforma radicale dell’industria del gioco d’azzardo del paese.

L’industria del gioco d’azzardo in Brasile e il suo potenziale

Era il 1940 quando il Brasile ha elaborato la sua ultima proposta legislativa riferita alla regolamentazione del settore di gioco. La fornitura dei servizi di gioco era vietata nel paese con poche eccezioni. Tuttavia, si ritiene che il Brasile è una delle giurisdizioni in possesso di un enorme potenziale ancora da sfruttare.

Il paese ha già attirato l’interesse delle principali società di gioco internazionali, che gestiscono attività fisiche e online. Ad esempio, i principali operatori dei casinò di Las Vegas come Las Vegas Sands e Caesars Entertainment Corp. hanno rivelato di aver studiato le diverse opportunità di investimento e di espansione in Brasile.

La legalizzazione del gioco nel paese sudamericano, rappresenterebbe grandi opportunità per il mercato locale. Con una popolazione di 207,7 milioni di persone (World Bank: 2016), il Brasile è il paese più grande del continente e uno dei più estesi del mondo.

Dato che i servizi di gioco nel paese sono per lo più forniti illegalmente, è praticamente impossibile valutare con precisione le dimensioni del mercato locale. Tuttavia le stime dell’Istituto Brasiliano per il Gioco Legale (IJL) suggeriscono che il mercato del gioco d’azzardo del paese potrebbe valere R $ 20,000 milioni (circa 6,4 milioni di dollari). In termini di fatturato, ogni anno, il mercato potrebbe raggiungere un valore di circa R $ 55,000 milioni (circa 17,5 milioni di dollari).

Progressi nella legalizzazione del gioco

Le scommesse ippiche, le lotterie statali e il poker sono gli unici servizi di gioco considerati legali in Brasile.Il bingo è stato legalizzato negli anni ’90 per essere nuovamente bandito nel 2007.

Si sono tenute numerose riunioni per studiare la legalizzazione e la regolamentazione di più opzioni di gioco che comprendono i casinò fisici e online, le scommesse sportive, le slot room, le sale da bingo e la nota lotteria locale Jogo do Bicho.

Le due Camere del Congresso Nazionale del Brasile hanno elaborato due disegni di legge diversi, ma entrambe le proposte non sono state votate dalla Camera dei Deputati né dal Senato del paese. Tuttavia, per diversi anni, le opinioni contrastanti sulla questione hanno bloccato i progressi di entrambe le proposte legislative.

È anche importante notare che l’idea di una massiccia espansione del gioco nel paese sta raccogliendo maggiori consensi tra i membri del governo brasiliano.

All’inizio di questo mese, il deputato César Halum, noto per essere tra i legislatori che hanno sostenuto fortemente la legalizzazione di ulteriori opzioni di gioco, ha annunciato che inizierà a raccogliere firme per la creazione di un fronte parlamentare per la legalizzazione del gioco d’azzardo in Brasile. Il rappresentante statale dovrà raccogliere un totale di 171 firme per poter cominciare a lavorare alla legalizzazione del settore.

Secondo Halum, una possibile espansione del gioco potrebbe contribuire a migliorare l’economia del paese e rappresenterebbe una fonte di reddito aggiuntiva per coprire le enormi carenze di bilancio. Il politico ritiene che per attuare una politica fiscale o introdurre nuove tasse, il Brasile dovrebbe creare nuove fonti di entrate fiscali.Il deputato ha dichiarato ai media locali che una industria del gioco d’azzardo sviluppata e regolamentata in Brasile potrebbe generare più di 5 miliardi di dollari di entrate all’anno. Sebbene la cifra su menzionata potrebbe sembrare un po’ esagerata, è indiscutibile che in Brasile esista una domanda significativa per i servizi legati al gioco e che le società internazionali si stiano preparando a stabilirsi nel paese conferma questa affermazione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *